Come trasmettere messaggi potenti

Se dovete raccontare il vostro prodotto, la vostra azienda, la vostra storia o, semplicemente, il motivo per cui “quel” posto di lavoro deve essere vostro, non dimenticate mai questo consiglio:
“Scrivete o Parlate Come Se il Vostro Interlocutore Dovesse Andare Urgentemente a Fare la Pipì”
La prima cosa da fare è catturare il vostro pubblico con un gancio potente. Dovete fargli immediatamente capire che non può perdersi quello che segue.
Oggigiorno le persone, quando ascoltano o leggono, hanno un inconscio desiderio di scoprire subito quando potranno distogliere la loro attenzione da noi (magari per darla al cellulare…).
Potrà sembrare una triste considerazione, ma non tenerne conto è ingenuità.

Cos’è una vera coppia?

Da lunghi anni, attraverso il coaching, aiuto le coppie a ritrovare le motivazioni, i comportamenti e le abitudini che aiutano a nutrirsi vicendevolmente.Non sono mai riuscito a trovare delle parole che esprimano il rapporto di coppia in modo così sublime come quelle di Gibran ne “Il profeta”. 

Per chi non le conoscesse o ricordasse.

Mente & Sportivi

Ho ancora negli occhi l’ultimo vincente giocato da Roger Federer nella finale dell’Australian Open.
Ma non è il suo successo che mi ha colpito, quanto la capacità di vincere il set decisivo 6/3 dopo aver dovuto fronteggiare una palla per il 2/4.
La differenza in quei momenti non la fa la tecnica, bensì una componente essenziale che troppo spesso gli atleti di medio livello si dimenticano di coltivare: la mente.
La mente è come la vostra soffitta di casa: può essere piena di cianfrusaglie e quindi ci può dare (forse) le sue risorse con grande dispendio di energie da parte nostra, oppure può essere il luogo ordinato all’interno del quale riponiamo le nostre risorse di pregio, con ordine tale da poterle trovare non appena sono necessarie.
Se siete atleti di qualsiasi livello e avete finalmente compreso che il talento tecnico ed il talento atletico a vostra disposizione, da soli, non vi consentono di fare il salto di qualità che sognate, contattatemi per attingere alle vostre risorse mentali e per scoprire che, in fondo, vincere è possibile, anzi molto probabile.
A patto che qualcuno liberi le vostre risorse più potenti.

Walt Disney

Molti si chiedono come Walt Disney potesse essere così straordinariamente creativo e allo stesso tempo concreto e pragmatico.

La sua strategia creativa (nell’immagine) è adattabile ad ogni progetto e contesto lavorativo, quindi non ci resta che comprendere e clonare lo strumento a nostro vantaggio.
Il grande segreto di Walt Disney era la capacità di far collaborare dentro di sè il sognatore, il realista ed il critico. Il sognatore gli consentiva di immaginare soluzioni, il realista di tradurle in realizzazioni concrete, il critico di sottoporre al vaglio della ragione quanto ottenuto.

Il genio

Quando siamo in presenza di un genio?
Quando la persona che ci sta davanti è contemporaneamente:
1. a proprio agio nell’incertezza e nell’ambiguità

2. abile ad abbracciare apparenti opposizioni e paradossi

3. tenace

Avete le mani sporche?

Allora entrate in un punto commerciale Enel.

Questo è il poster che Enel ha realizzato e posizionato in tutti i bagni dei propri punti commerciali per indicare ai suoi clienti come ci si deve lavare le mani. È un vero e proprio manuale di istruzioni che culmina al punto 9 con il consiglio di risciacquare le mani con acqua, qualora un cliente distratto o creativo pensasse di farlo con il caffè o con la sambuca. 

Sarebbe interessante conoscere il consulente che ha venduto questo progetto ad Enel, ma soprattutto il funzionario che ha autorizzato l’investimento.

Spero solo che tale investimento non sia stato scaricato su noi clienti, ma ne ho il forte sospetto.

Guizzi di creatività

COME NON FARE MARKETING
Il cartello è appeso in una nota pasticceria delle mie parti. Quale effetto vi fa? 

Personalmente trovo questo guizzo di creatività una straordinaria caduta di stile. Quando capiremo che per fare la differenza sul mercato dobbiamo trasmettere valore ai clienti e non farlo sentire fuori posto? 

Abbiamo davvero bisogno di incassare quei 10 centesimi aggiuntivi sulla consumazione? 

Pensare, bisogna pensare prima di agire. Oppure farsi aiutare a pensare…