Avete le mani sporche?

Allora entrate in un punto commerciale Enel.

Questo è il poster che Enel ha realizzato e posizionato in tutti i bagni dei propri punti commerciali per indicare ai suoi clienti come ci si deve lavare le mani. È un vero e proprio manuale di istruzioni che culmina al punto 9 con il consiglio di risciacquare le mani con acqua, qualora un cliente distratto o creativo pensasse di farlo con il caffè o con la sambuca. 

Sarebbe interessante conoscere il consulente che ha venduto questo progetto ad Enel, ma soprattutto il funzionario che ha autorizzato l’investimento.

Spero solo che tale investimento non sia stato scaricato su noi clienti, ma ne ho il forte sospetto.

Guizzi di creatività

COME NON FARE MARKETING
Il cartello è appeso in una nota pasticceria delle mie parti. Quale effetto vi fa? 

Personalmente trovo questo guizzo di creatività una straordinaria caduta di stile. Quando capiremo che per fare la differenza sul mercato dobbiamo trasmettere valore ai clienti e non farlo sentire fuori posto? 

Abbiamo davvero bisogno di incassare quei 10 centesimi aggiuntivi sulla consumazione? 

Pensare, bisogna pensare prima di agire. Oppure farsi aiutare a pensare…

Il calabrone

“Da oggi boccette e scacchi, signor Zema!”.
Il primario abbronzatissimo del reparto di ortopedia in cui ero stato operato il giorno prima, con una delicatezza pari alla sua simpatia, mi stava comunicando che il mio infortunio al ginocchio era talmente grave da impedirmi qualsiasi attività fisica futura che non fosse una passeggiata o poco più.
Nella mia vita ho sempre messo in discussione tutto e vi invito a fare lo stesso. Non accettate mai una realtà solo perchè altri ve l’hanno appiccicata addosso. Fate domande, mettete in dubbio, ricercate, datevi da fare. Soprattutto non dichiaratevi mai vinti.
Dopo quasi 7 mesi di sofferenza, un’operazione fatta in modo dilettantistico da un chirurgo poco esperto, infezioni, stampelle, dolori insopportabili, cadute e ricadute, dieci giorni fa ho ripreso a correre e ieri ho raggiunto i 5 km. Fra 10 giorni riproverò a tirare i primi dritti e rovesci in campo. Non sarà facile, ma ce la farò.
Il calabrone non ha la struttura alare per volare, ma lui non lo sa e vola lo stesso.
P.S. il primario di ortopedia dovrà trovare qualcuno per giocare a boccette. Gli diamo una mano?

Altruismo

Che fatica comprendere un concetto così basilare: se accendiamo una lanterna per un’altra persona, siamo in grado di far luce anche sul nostro cammino…

Fateli sentire fantastici!

Ecco le piccole cose che fanno la differenza quando dai un servizio al tuo cliente: in questo apparentemente normale ristorante di Londra la parete ti dice che sei fantastico.
Sarebbe però stato inutile, se il cameriere non avesse poi dimostrato di amare il suo lavoro al di là di ogni immaginazione.
Gli stimoli ad essere migliori sono ovunque, basta saperli intercettare e, soprattutto, volerli applicare.
Ci sono infiniti modi per far sentire fantastico il tuo cliente, devi solo trovare il TUO modo.

Storytelling

Facciamo tanti corsi sullo storytelling aziendale quando basterebbe leggere quel piccolo foglietto dentro il quaderno in cui annotiamo le nostre idee da tanti anni…


 

Sopra la media

Una domanda che mi viene posta spesso è come arrivare a guadagnare uno stipendio sopra la media. 
Le risposte sono molte: sviluppando una curiosità sopra la media, ponendosi obiettivi sopra la media, focalizzandosi sopra la media, disciplinandosi sopra la media, impegnandosi sopra la media, trattenendosi al lavoro sopra la media, leggendo sopra la media, relazionandosi con gli altri sopra la media, parlando in pubblico sopra la media, dimostrando un’attitudine sopra la media, ottenendo risultati sopra la media, dimostrandosi educati sopra la media, amando oltre la media, pensando e sentendo oltre la media.
Nel far questo, possibilmente, appassionandosi oltre la media. 
Annoiarsi e frustrarsi per dieci ore al giorno è una delle esperienze da non augurare nemmeno al peggior nemico.