Gli insegnamenti di Groucho Marx

La lamentela che sento più spesso nelle aziende con cui collaboro è la seguente: “abbiamo lavorato davvero sodo nel far crescere ed affermare il nostro prodotto. Abbiamo raggiunto una certa posizione, abbiamo talento, ma ora tutto ciò che il mercato considera è il prezzo. Come possiamo fare in modo che i clienti considerino il nostro modo di lavorare più del nostro prezzo, e comprino ancora da noi?”

Apparentemente il mercato non vuole più i mobili di linea top, i vestiti made in Italy, la consulenza di livello… tutto ciò che sembra desiderare sono i prezzi bassi. La massa sembra non voler più il miglior computer, ma quello con le specifiche corrette, al prezzo più basso. Ciò non perchè la gente è egoista (anche se è vero) o ha la vista corta (anche se è vero). E’ perchè in questo mercato, ora, non è in grado di ascoltare. E’ stata sedotta a credere che una scelta valga l’altra e vede solo la variabile prezzo. Se il vostro desiderio è educare le masse alla vostra diversità, il mercato si è davvero rotto. Cercare di ripararlo è una battaglia persa: solo per il fatto che siete bravi, non vuol dire che il mercato debba prendervi in considerazione.

I fratelli Marx erano dei geni del vaudeville, la commedia teatrale dal vivo. Ma il mercato del vaudeville venne ucciso dal cinema. Groucho non si lamentò di ciò e non disse che la gente avrebbe dovuto rispettare il duro lavoro che lui e i suoi fratelli stavano facendo. No, i fratelli Marx si buttarono sul cinema. Quindi il mercato dei film dei fratelli Marx ebbe un calo. Groucho non cercò di riparare il mercato, al contrario intravide un nuovo mezzo di comunicazione e vi si gettò: i suoi lavori televisivi fecero grande successo e gli diedero fama aggiuntiva e ricchezza.

E’ estremamente difficile riparare il mercato. E’ molto più facile trovare un mercato che ti rispetti e che paghi per il lavoro che fai. Le aziende nel settore della tecnologia lo hanno fatto per anni. Ora dobbiamo farlo tutti. Occorre trovare un nuovo spazio, prima che lo faccia la concorrenza. Non è facile, ma è vero. Ci possiamo scommettere.

1 commento

  1. sono d’ accordo, e’ la realtà del momento, penso che la nostra società si stia cinecizzando, nella grande massa ti perdi e non conta più niente, ogni notizia esaltante non fa notizia che per qualche ora, ogni prodotto innovativo dura poco, sono comunque convinto che la credibilità riposta nella persona di riferimento sia sempre un punto fermo, sta a noi mantenere quella credibilità e non perderla per le cose passeggere di questo mondo, prodotti e servizi ne puoi mettere a disposizione infinitamente, e’ così da sempre, quindi non e’ il caso di drammatizzare. Io continuo a fare la spesa sempre nello stesso supermercato, negli stessi negozi: prima mi devono piacere le persone e il luogo, poi i prodotti, tanto sono sicuro che stanno facendo il possibile per non perdermi: Io lavoro in bcc ma non sono poi tanto sicuro che dall’ alto al basso si faccia il possibile per mantenere la propria credibilita’ e di tutto per mantenere il cliente, l’ unico pensiero e’ l’ utile, alla lunga tutto questo stanca e te ne accorgi quando i clienti si sono abituati alla situazione e, fregandosene , ti lasciano, all’ ora ciao utile…………. meditate, meditate………


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...